Introduzione

Siamo ormai alle porte della stagione invernale e iniziamo a dar aria ai nostri piumoni.

Ma i piumoni/ piumini per letti che abbiamo in armadio sono veramente quelli di cui abbiamo bisogno? O, se stiamo cercando una nuova trapunta in piuma d’oca, è effettivamente giusta quella che ci ha colpito? In quest’articolo cercheremo di darvi dei consigli sul mondo del piumoni.

Se invece stai cercando le migliori indicazioni su come lavare un piumino, come mantenerlo sempre in ottime condizioni e come riporlo a fine stagione ti invitiamo a leggere il nostro articolo con i consigli della nonna per la manutenzione del piumino

Cerchiamo un piumino di buona qualità

Facciamo un esempio: per il nostro letto cerchiamo un piumino di buona qualità, con il giusto rapporto qualità/prezzo e chiediamo informazioni alla simpatica commessa del negozio dove ci siamo recati. Tuttavia non effettuiamo l’acquisto ma passeggiando in centro veniamo attratti da un altro piumino in vetrina. Entriamo in negozio, scopriamo che costa la metà e il commesso ci garantisce che è di buona qualità.

E ora, quale piumino acquistiamo? Abbiamo bisogno di un piumone ma non sappiamo ancora quale fa al caso nostro! Se facciamo parte dei consumatori “saggi”, come definiti dalle ricerche di comportamento del consumatore, non acquisteremo ancora nessuno dei due piumoni!

Faremo prima una ricerca online per trovare una ‘voce dell’esperto’ che illustri le diversità tra i due piumini. E qui entra in campo Centro del Materasso!

 

Piumino e Piumette: ecco le differenze

Partiamo innanzitutto col definire alcune terminologie base dell’imbottitura della trapunta. La penna rappresenta il piumaggio rigido e grossolano di ala e coda, non consigliata per imbottire il piumone perchè rigida.

La piuma è il piumaggio senza penna mentre la piumetta è costituita da piccole piume complete di calamo e molto morbide, adatte ad esser miscelate con il piumino. Il piumino è il fiocco leggerissimo proveniente dal sottopetto dell’oca, formato da un corpo centrale e da innumerevoli, sofficissime barbe che conferiscono al capo imbottito ad esempio, volume e leggerezza. Il piumino è ottimo per imbottire le coperte per le camere da letto.

Ma il comportamento di un consumatore saggio non è solo questo! Oltre ai materiali dell’imbottitura del vostro piumone da letto, dovrete fare attenzione anche ad altre caratteristiche.

 

Come scegliere il miglior Piumino: cosa devi sapere!

  • Percentuali di imbottitura: un piumone di qualità deve avere almeno il 90% di piumino e un 10% di piumette. Il 100% piumino ovviamente è il migliore piumone.
  • Grammatura: il peso del piumino ne determina la qualità. Se il piumino utilizzato è di alta qualità, ne servirà una quantità minore per avere lo stesso calore. Al contrario, se il piumino utilizzato è di bassa qualità o se è unito a della piumetta, la quantità usata per avere lo stesso calore sarà maggiore.
  • Punto di calore: sono punteggi assegnati sulla base del peso del piumino, della qualità delle piume e quindi del calore che emana.
  • Tessuto della trapunta: il 100% cotone è da preferire alle fibre sintetiche, anche per una maggiore traspirabilità del piumino. Inoltre, più il cotone è fine (90 gr/mq cotone finissimo, 110 gr/mq cotone extra-fine, 130 gr/mq cotone fine), più il piumino risulterà leggero, piacevole al tatto e “coccoloso”.
  • Dicitura “piuma vergine”: sta ad indicare che la piuma è nuova, ovvero spiumata dall’oca, lavata, sterilizzata e inserita nel piumino. In assenza di tale dicitura, il piumaggio utilizzato potrebbe essere di seconda mano e quindi di qualità meno pregiata.
  • Fattore emozionale: una volta considerati questi aspetti, lasciati guidare dalle emozioni: tocca il piumino con mano, senti la morbidezza del tessuto e il calore che emana.

Misure dei piumini letto

Nello scegliere il piumino ideale da acquistare, i parametri da considerare sono essenzialmente due: la misura che meglio si adatta alle dimensioni del nostro letto e la nostra altezza. La regola generale che vale per tutti è che il piumone misuri in lunghezza almeno 20 cm in più rispetto alla nostra altezza, per il resto, quali sono le giuste misure per un piumone?

Misura dei piumini letto - Centro del materasso

Cos'è il grado di calore dei piumoni

Il grado di calore di un piumino è dato dalla densità del materiale di imbottitura. Per avere un piumone più caldo e più isolante termicamente si aumenta la grammatura dell’imbottitura. Al tatto puoi sentire che in ciascun riquadro in cui è diviso il piumone ci può essere più o meno materiale. Quindi il piumone pesante non è molto più spesso rispetto a uno più leggero, è solo più pieno. 

Come scegliere il grado di calore

La scelta del grado di calore del piumone dipende da quanto sei caloroso o freddoloso, dalla temperatura della casa e dal luogo in cui vivi. Ecco come si suddividono i piumoni per grado di calore:

  • 5 punti calore: molto caldo, ideale per un clima rigido o camere non riscaldate (14-16°C);
  • 4 punti calore: abbastanza caldo, perfetto per l’inverno e ambienti poco riscaldati (17-19°C);
  • 3 punti calore: ideali per le mezze stagioni o camere mediamente riscaldate (20-22°C);
  • 2 punti calore: piumone leggero per stagioni miti o camere molto riscaldate (22-24°C) ;
  • 1 punto calore: molto leggero, adatto per l’estate;

Il metodo più oggettivo e scientifico per l’espressione del grado di calore è tramite misure dell’isolamento termico offerto dal piumone: tale metodo, utilizzato dai laboratori per i test, esprime il livello di calore di ogni piumone nell’unità di misura “Tog”. Più alto è il valore in Tog (il massimo generalmente è intorno ai 12 Tog) maggiore è il livello di calore offerto dal piumone.

 

Un piumino per ogni stagione

Piumino Invernale

I piumini invernali per il letto singolo hanno, di media, un peso dell’imbottitura compreso tra i 380 gr. e i 900 gr. Il modello matrimoniale varia da un minimo di 600 gr. fino ad un massimo di 1500 gr. I punti di calore sono 3, 4 o 5.

Piumino per la Mezza Stagione (Autunno e Primavera)

Il peso dell’imbottitura di questi piumini varia da un minimo di 250 gr. ad un massimo di 390 gr. per il singolo, mentre da un minimo di 400 gr. ad un massimo di 630 gr. per il matrimoniale. I punti di calore sono 2.

Piumino 4 Stagioni

Questo modello è composto da un piumino primaverile/autunnale per le mezze stagioni, e da uno invernale per la stagione fredda. I due piumini si possono anche unire in occasione dei freddi più pungenti. Punti di calore: 3+1 o 3+2.

 

Cosa scegliere tra piumone e trapunta?

E se dopo aver comprato il piumino perfetto seguendo i preziosi consigli degli esperti del Centro del Materasso veniamo colti dal grande dubbio amletico che ci si pone sempre quando arriva la stagione fredda e ci accingiamo a fare la scelta migliore per il nostro sonno?

Trapunta e piumone sono molto diversi tra loro e vanno gestiti in maniera differente. La scelta di affidare il nostro sonno a un piumone o a una trapunta è certamente molto personale. Ciò che però si può sottolineare, è che il piumone è certamente più pratico e si può lavare e cambiare con più frequenza

Oltre a questi motivi pratici e igienici c’è anche da dire che l’isolamento termico offerto dal piumone non ha paragoni con la trapunta, decisamente meno traspirante e meno versatile. Il piumone infatti offre anche maggiore versatilità dal punto di vista estetico: cambiando il copripiumino spesso, e magari abbinandolo ai colori della stanza, può rendere gli ambienti domestici originali e personalizzati.

Se vuoi approfondire questo spinoso dilemma abbiamo scritto un intero articolo sulla scelta tra piumino e trapunta.

Gli specialisti del riposo

Scopri il materasso più adatto a te

VAI AL TEST

Ti mettiamo a disposizione due ESPERTI ON-LINE.
CHIAMA per avere una CONSULENZA PERSONALIZZATA completamente in REGALO.

CHIAMA MILA: 342 022 4458

CHIAMA MARCO: 349 232 1665

Chiama MilaChiama Marco